Make your own free website on Tripod.com
"+ ""+ "
"+ "close
"+ ""+ ""+ ""+ ""+ ""+ "
"; NFW.document.write(frameString); NFW.document.close(); if (window.focus) { NFW.focus() } }

 

AVE MARIA!

Conclusione del mese mariano dalle Suore d’Ivrea

Venerdi 30 maggio 2008

 

Nella piccola, ma accogliente cappella della Casa delle Suore d ‘Ivrea, martedì 27 maggio,il Parroco Padre Ibrahim Faltas,ha celebrato a conclusione del mese mariano la Santa Messa.

Alla celebrazione erano presenti parecchie persone del quartiere, soprattutto tante mamme con i loro bambini, che hanno vissuto intensamente il mese mariano.

Durante l’omelia le parole del Parroco hanno toccato il cuore dei presenti, poiché parlare di Maria, la Madre di Gesù, ma anche la nostra mamma, mette sempre  emozione, e ci fa sentire ancora più figli della chiesa.

E a Maria, che ricorriamo per chiedere che vigili sempre sulle nostre famiglie,sulla nostra vita, sulla nostra salute, ma soprattutto anche sulla nostra terra.

Al termine della celebrazione, con orgoglio e con devota preghiera che ,tante mamme si sono prestate a portare in processione la Statua della Vergine Maria, lasciandosi precedere da una  piccolo corteo di bambini, che portavano dei  cesti  contenenti variopinti  petali di  rose.

 

Al momento finale della benedizione, tutti si sono stretti intorno alla statua della Vergine Maria, i bambini lanciavano i petali, gli adulti sfioravano la statua, in segno di saluto e di benedizione, forse  con un po’ di nostalgia, poiché per tutto il mese, la “Mamma, La Vergine Maria, ci ha richiamato a sé intensificando la preghiera del Santo Rosario, per chiedere soprattutto il dono della pace nel cuore.

 

 Maria, madre di Gesù,

dammi il tuo cuore,

così bello,

così puro,

così immacolato,

così pieno d'amore e umiltà:

rendimi capace di ricevere Gesù

nel pane della vita,

amarlo come lo amasti e

e servirlo sotto le povere spoglie

del più povero tra i poveri.

Amen

 

Al termine della S.Messa, la statua della Vergine Maria è stata portata in processione, da un gruppo di mamme, anche le bambine hanno.