Make your own free website on Tripod.com

 

VENERDI SANTO:

CELEBRAZIONE FUNEBRE

DI NOSTRO SIGNORE GESU’ CRISTO

VENERDI’ 21 MARZO 2008

___________________________________________________________

“Ecco il legno della Croce che ha ottenuto la Salvezza del mondo... Venite, adoriamolo” ha proclamato il parroco Padre Ibrahim Faltas, che ha presieduto la celebrazione, ricordando che la morte è stata vinta dalla Resurrezione di Cristo.

La celebrazione del Venerdi Santo, nella chiesa San Salvatore, è una cerimonia che viene tenuta viva nella tradizione francescana e poco conosciuta: Il funerale di Gesù.

E’ commovente vedere  la statua di Cristo sanguinolento,  che ci aiuta a rivivere in pienezza la crudeltà dei giorni della Passione e morte di nostro Signore. Questa antica cerimonia risale al Medio Evo, periodo in cui spesso si facevano delle rappresentazioni   per spiegare al popolo incolto, coinvolgendolo, visivamente nel Mistero della Passione.

Durante la celebrazione del funerale di Gesù, la gestualità che i celebranti compiono segue l’antico rito, ed è veramente commovente: una processione di uomini, portano gli strumenti della Passione, martello, tenaglie, unguenti, per compiere il rito della deposizione di Cristo, che viene letteralmente schiodato dalla croce, per essere deposto, preparato con unguenti per la sepoltura.

Tantissimi parrocchiani, con i volti seri e con rispettoso silenzio, nonostante la numerosa presenza,  si sono uniti ai frati francescani per partecipare a questa funzione, in arabo,  ma soprattutto i bambini attoniti, hanno osservato attentamente ogni piccolo movimento per scoprire che il  Cristo, il Figlio del Dio vivente, ha conosciuto la morte nella sua carne.

Al termine della deposizione, la croce è stata portata in processione e poi esposta alla venerazione dei fedeli.